di bene in peggio

“Di bene in peggio?” – Modelli di problem solving a confronto

PNL Meta organizza a Bologna per il 28-29-30 ottobre un seminario intitolato “Di bene in peggio? Modelli di problem Solving per un successo catastrofico”

Il corso si svolgerà presso l’Associazione Fameja Bulgneisa, Via Barberia n.11, Bologna.

Docente Fabrizio Pieroni, Trainer PNL.

Come ci comportiamo quando incontriamo un problema?
E per problema possiamo intendere qualcosa che non ci piace e vorremmo cambiare, una situazione da risolvere, un inconveniente tecnico…

Di solito, ci affidiamo alla nostra esperienza e al nostro buon senso e, in genere, il problema è risolto.

Ogni giorno risolviamo una quantità di problemi; molti problemi li risolviamo di slancio e con facilità (è addirittura esagerato chiamarli problemi; forse sarebbe più adeguato chiamarle difficoltà), altri richiedono un impegno maggiore, ma altri ancora resistono ai nostri tentativi di soluzione e questo ci fa senire impotenti.
Inoltre, i problemi non risolti possono diventare ricorrenti. 

E’ in questi casi che risulta utile utilizzare un modello di problem solving strutturato.

Esistono vari modelli diversi tra loro, e che partono da presupposti anche molto differenti. Quindi, a seconda del modello che utilizziamo, appunteremo la nostra attenzione su alcuni aspetti e non su altri.

Il confronto tra i diversi modelli di problem solving sarà al centro del seminario.

Nel post Modelli di Problem Solving avevamo scritto:

Ogni modello di Problem Solving parte da alcuni presupposti, da concetti che, all’interno del modello, si suppone siano veri. Partendo da presupposti diversi, ognuno di essi esamina le cose da un punto di vista differente, creando così immagini diverse della realtà e dei problemi presi in esame. 

Sono un po’ come occhiali da sole con lenti colorate in colori diversi, ed è utile conoscerne ed utilizzarne molti per non diventare schiavo di nessuno.

Oltre al fatto che alcuni modelli possono rivelarsi più efficaci in determinate situazioni, meno in altre, ed è utile avere vari attrezzi a disposizione, per ogni evenienza.

Se l’unico attrezzo che possiedi è un martello, tutti i problemi ti si presenteranno sotto forma di chiodo

A parte il titolo ironico del seminario, i contenuti andranno dal diagramma di Ishikawa al problem solving strategico, dal modello di De Shazer orientato alle soluzioni alla Mindfulness…

Si spera che i partecipanti al corso abbiano molti problemi: così potremo allenarci ad applicare i vari modelli ne verificarne validità e utilizzabilità.

Approfondimento: Più di prima: quando la soluzione è il problema

Per raggiungere la sede del corso:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
X