Pragmatica-mente Bologna: Coaching e Formazione.

Crescita Professionale

 

Anche se Robert Dilts ha elaborato questo modello riferendolo alla Leadership, possiamo vederlo come le quattro dimensioni sulle quali si può articolare la Crescita Professionale.

 

Spazio problema della leadership

Questo modello ci permette di analizzare tutte le problematiche relative all’agire in un’Organizzazione:

 

  1. il ruolo e la relazione con se stessi
  2. la relazione con gli altri e la comunicazione
  3. la relazione con gli obiettivi e i risultati da conseguire
  4. la relazione con il sistema in quanto tale

Crescita professionale non significa quindi un semplice incremento e approfondimento delle competenze, ma coinvolge visione delle cose, sistema di convinzioni e di valori della persona.

 

 

conformismo

Il giudizio degli altri e le nostre scelte

Come prendiamo le nostre decisioni, dove andiamo a cercare gli elementi che ci servono per giudicare? In che misura i nostri giudizi dipendono e sono influenzati da quelli degli altri? In PNL questo argomento viene trattato a proposito dei metaprogrammi, che sono filtri che utilizziamo inconsapevolmente per scegliere dove dirigere

Read More »
anello2Bdebole 3

La Teoria dei vincoli nel Coaching e nella Consulenza Aziendale

In questo post vogliamo esporvi brevemente la Teoria dei vincoli (o TOC: Theory of constraints. vedi su Wikipedia) Noi la utilizziamo nel Coaching e nella Consulenza Aziendale. E’ utile e interessante, perché aiuta ad individuare il punto su cui è più opportuno intervenire per migliorare le prestazioni di un individuo,

Read More »
la 2Bcomunicazione 2Bscritta 2

La comunicazione scritta e la posta elettronica

La comunicazione scritta  prevede una serie di attenzioni per essere efficace. Quando comunichiamo con qualcuno scrivendo, abbiamo l’handicap di non mostrare segnali paraverbali e non verbali, che spiegherebbero meglio ciò che può non essere chiaro. In più, non abbiamo il feedback dei messaggi paraverbali e non verbali del nostro interlocutore,

Read More »
Life2BCoaching 1

Life Coaching

Abbiamo tutti desideri che vorremmo trasformare in realtà. Abbiamo tutti speranze che ci piacerebbe concretizzare. Abbiamo tutti potenzialità che potremmo sviluppare, se ce ne dessimo la possibilità. E’ per questo che il Life Coaching incontra le aspettative di tanti: perché aiuta a realizzare obiettivi e a sviluppare le proprie potenzialità.

Read More »
appreciative 3

Appreciative Inquiry nella consulenza aziendale

Abbiamo molto apprezzato il coaching focused solutions, che abbiamo parzialmente decritto nel post: Piccoli passi verso l’obiettivo. Volevamo trovare una metodologia analoga da utilizzare nell’ambito della consulenza aziendale. Così tempo fa abbiamo scoperto l’Appreciative Inquiry (A.I). un approccio controcorrente rispetto all’approccio tradizionale di problem solving, che riteniamo innovativa, creativa, positiva

Read More »
motivazione al lavoro 3

La motivazione nel lavoro

Abbiamo già trattato il tema della motivazione in altri post, in particolare nel post Motivare come Bravehearh!. In quel post avevamo analizzato la struttura delle motivazione in un discorso del protagonista di un film, in questo tratteremo il tema da altri punti di vista: il rapporto tra soddisfazione e motivazione e

Read More »
il2Bcigno2Bnero2Bimmagine 2

Il Cigno Nero. Che cos’è?

L’espressione “cigno nero” si deve al filosofo e matematico libanese Nassim Nicholas Taleb, che nel libro Il cigno nero. Come l’improbabile governa la nostra vita analizza grandi eventi inattesi, imprevedibili e improvvisi. Tendenza a trascurare le prove silenziose Perché Taleb utilizza questa espressione? Prima della scoperta dell’Australia tutti gli abitanti del Vecchio

Read More »
fiducia 4

Il coraggio di avere fiducia

Al contrario di tanti tipi di coraggio che richiedono di essere “attivi”, il coraggio di avere fiducia richiede invece di essere “passivi”: di affidarsi appunto! Per alcune persone ”affidarsi” rappresenta una grande difficoltà, che si tratti di essere in macchina nel posto del passeggero, oppure che si tratti del rapporto

Read More »
trump1 thumb25255B225255D 1

Né vincenti né perdenti

Qualcuno si è preso la briga di contare il numero di volte in cui, durante la campagna elettorale, il neo Presidente degli USA ha utilizzato termini negativi assegnati ad avversari politici. I termini più utilizzati sono “dummy” (scemo, idiota), “terrible” (terribile, orrendo), “stupid” (stupido), “weak” (debole, fiacco), ma il più

Read More »
complessità

Vivere in un mondo complesso

Vivere in un mondo complesso come il nostro ci mette di fronte a contraddizioni, a situazioni che cambiano in continuazione e mettono in crisi i nostri punti di riferimento e le nostre certezze. L’ambiguità e l’incertezza ci danno fastidio, abbiamo l’impressione che ci impediscano una chiara concezione delle cose. E’

Read More »
mel gibson in braveheart 1

Motivare come Bravehearh!

Che cosa facciamo, concretamente, quando motiviamo qualcuno? Su quali elementi facciamo leva? Per rispondere a queste domande prenderemo spunto dal film “Bravehearth – cuore impavido” nel quale Mel Gibson interpreta il ruolo del protagonista. Più precisamente, analizzeremo il discorso di Bravehearth prima della battaglia. Esamineremo questo discorso per evidenziare le abilità linguistiche e

Read More »
riparo

Autostima, autoefficacia e fiducia in se stessi

“C’è molta gente che ha una bassa autostima, e fa benissimo a non stimarsi!” Questa è una frase che abbiamo sentito molte volte pronunciare dal nostro maestro, Gianni Fortunato. Spesso ci capita di sentire le persone giustificare alcune difficoltà personali dicendo che la causa è una scarsa autostima. La frase

Read More »
flow

Lo stato di Flow o dell’esperienza ottimale

  Vi è mai capitato di trovarvi così tanto coinvolti in un’attività, al punto di dimenticarvi dello scorrere del tempo e, in parte, di voi stessi? Se vi è capitato, probabilmente avete sperimentato lo stato di “Flow”, che oggi è all’attenzione di chi si occupa di Coaching, anche di Coaching

Read More »
rag.fantozzi 3

Come farsi valere: la comunicazione assertiva

Se ho rispetto per me stesso ed esigo che gli altri mi trattino con rispetto, emetto dei segnali e mi comporto in modi che aumentano la probabilità di una risposta appropriata da parte degli altri. E quando questa risposta arriva la mia convinzione iniziale ne esce rafforzata e confermata.  Se

Read More »
Torna su
X